Strage di ucraini alla stazione, i russi: “non siamo stati noi, si sono bombardati da soli”.

Ci sono almeno dieci bambini tra le vittime una cinquantina, più di cento i feriti. Alla stazione di Kramatorsk erano presenti migliaia di persone  e non volevano fare altro che di fuggire dall’Est del Paese. Invece quelle persone sono morte oppure rimaste ferite.

Il ministero della Difesa russo nega tutto: “E’ solo una provocazione, i frammenti del missile sono di un vettore di Kiev. Lo scopo degli ucraini era impedire ai civili di partire per usarli come scudi umani”.

Cioè, l’Ucraina voleva utilizzare i propri cittadini ucraini come scudo umano. Visto che stavano fuggendo, non potendoli più usare come scudi ha deciso di farli direttamente fuori con un missile.

In Blog